venerdì 18 novembre 2011

Rocciata morbida dell'Umbria




Tempo di mele!!!

da prendere a morsi durante la giornata, 
da bere! in questi giorni ci deliziamo bevendo buonissimo succo di mela del Sudtirol,



era da un pò di giorni che mi stuzzicava l'idea di preparare questo dolce, ad essere precisi era dall'inizio del mese di novembre, da quando ho girato la pagina del calendario di Paneangeli, ogni mese una tentazione a cui provare a resistere...visto che nella ricetta di questo mese non ci sono uova, non c'è burro, c'è solo poco olio, zucchero e mele profumate :) , ho pensato che questa volta si poteva cedere e profumare tutta la casa...

un dolce buonissimo!!! la pasta morbida e il ripieno delizioso!


Rocciata morbida dell'Umbria
dal calendario 2011 paneangeli

Ingredienti

Per l'impasto:
250 gr farina 00,
50 gr zucchero ( io di canna),
1/2 fialetta aroma mandorla ( io no)
1 pizzico di sale
50 ml olio di semi di girasole
1/2 bustina di lievito pane degli angeli
100 ml acqua

Per farcire e decorare:
150 gr mele ( io 200gr) tagliate a cubetti
50 gr gocce di cioccolato
25 gr mandorle tostate e tritate
50 gr amaretti sbriciolati ( io biscotti secchi)
( io un pò di uvetta lasciata nel marsala per un paio di ore, nella crema di mascarpone e ricotta con  uvetta e cantucci al marsala era troppa l'uvetta che avevo preparato..)
zucchero a velo

Setacciare la farina in una terrina larga, mescolarvi lo zucchero,
aroma di mandorla, sale, olio e per ultimo il lievito setacciato, quindi
unire un pò per volta l'acqua e amalgamare con una forchetta.
Lavorare velocemente l'impasto, finché diventa ben amalgamato.
Coprire l'impasto con pellicola trasparente e lasciarlo riposare
per 30 minuti circa*.
In una terrina mescolare mele, cioccolato, mandorle, amaretti
e uvetta.
Stendere l'impasto con un matterello in una sfoglia rettangolare
(26x46 cm), distribuire il ripieno,lasciando vuoto mezzo cm di
bordo per lato, e arrotolare delicatamente ( ho steso l'impasto
su un foglio di carta forno e poi con il foglio mi sono aiutata per
arrotolare) l'impasto dal lato più lungo.
Sigillare le estremità e trasferire il rotolo su una lastra foderata
con carta forno ( ho trasferito direttamente il foglio che ho utiliz
zato per stendere e chiudere) piegando il dolce a ferro di cavallo.
Cuocere per 22 minuti nella parte media del forno preriscaldato
(elettrico 180°C, ventilato 170°C, a gasa nella parte alta 190°C)
controllare la cottura e sfornare a leggera doratura.
Far raffreddare su griglia.
Spolverare con lo zucchero a velo


* io un'oretta...stavo impastando i tarallucci vino e pepe di Edda!!
e il forno era occupato dall'anatra alla senape :)



21 commenti:

  1. la devo provare assolutamente... senza uova... perfetta!!! bravissima, grazie per la splendida idea!

    RispondiElimina
  2. amica solo tu sai donare tanta magia a racconti e fotografie!!!sei speciale, kiss

    p.s. doccia calda, a dopo

    RispondiElimina
  3. Che delizia, è a metà tra uno strudel e una crostatina di mele, mi sa proprio che la testerò anche io!!

    RispondiElimina
  4. sembra delizioso e non avevo mai sentito parlare di questo dolce, prendo nota, un bacio

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo questo dolce, buono! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Che bella che è questa ricetta sa proprio di rustico e di inverno da pappare vicino al caminetto acceso ;-)

    Grazie per il banner mi raccomando ti aspetto!

    RispondiElimina
  7. Prendo nota, in questi giorni non faccio altro, ma a me le mele piacciono e non posso resistere a tutte queste ricettine, il libro di sfondo poi è una meraviglia!

    RispondiElimina
  8. Che buona!! una delizioa ricchissima e da provare!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. che dolce golosissimo e molto autunnale!!!! e quante belle ricette con le mele! un bacione cara!!!!

    RispondiElimina
  10. prendo subito la ricetta...si sente il profumo anche da pavia!

    RispondiElimina
  11. Che dolce profumo di mele mi è arrivato.il tuo post è una favola nella favola.Per fortuna che ci sei tu per colorare queste grigie giornate. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. L'ho sentito ma non l'ho mai provato... ma è tipo strudel? Comunque dev'essere di un buono!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Mai sentita la rocciata.. E dire che in Umbria ci ho pure abitato un anno.. Che delizia mi ero persa!

    RispondiElimina
  14. ciao chiara non conoscevo questa ricetta e mi ha stuzzicato tantissimo... io segno sulla mia lista!!! baci e buon w-e

    RispondiElimina
  15. Molto bella questa ricetta
    grazie ciao♥

    RispondiElimina
  16. mmmh che fame che mi è venuta guardando queste foto!! Sai che la proverò anche io?? Complimenti per il tuo blog, è stupendo!! Se ti va, passa da me, ne sarei tanto felice!! un bacio e spero a presto!! ps.sono una tua nuova follower accanita :)

    RispondiElimina
  17. Una delizia!!
    Gio'
    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  18. Ciao carissima....come sempre e' un piacere guardare il tuo blog...era un po' che non lo ....sfogliavo e questa sera me lo sono guardato bene bene....questa torta ha un ottimo aspetto e la provero' di sicuro....un abbraccio fortissimo a presto katia

    RispondiElimina
  19. conoscevo questo dolce solo di fama ma non lo avevo mai visto, niete male :-)

    RispondiElimina
  20. GRAZIE GRAZIEEEEEE DI CUORE!!!!!!!!
    siete meravigliosiii!!!!!!!

    @Monica, ciaoooooo!!!!!! :))))
    grazie sei troppo troppo gentile!!!!
    arrivo!!!
    baciiiii

    @dolcichiacchiere, carissima!!!! che gioia sentirti!!! :)))))
    mi sei mancata!!! e mi mancano un sacco i tuoi post!!!!!!!!
    ti abbraccio forte!!!!

    RispondiElimina