venerdì 19 settembre 2014

tempo di vendemmia

     



A due passi dal mare, dolci colline, il borgo, la campagna...
negli ultimi giorni di questa stramba estate, 
le Cantine Fontezoppa aprono le porte....filari, grappoli d'uva, tini, profumo di mosto...


si passeggia in vigna e poi in cantina, ad accompagnarci, nel viaggio nel mondo del vino,un racconto fatto di passione, lavoro, dedizione...
il racconto prosegue all'aria aperta, nei calici che si riempiono di vino e di paesaggi, di volti e di storie, di ricette...di vita



"...Gli acini divennero grassi e succosi, via via che l'estate
si dimostrava all'altezza della promessa iniziale: ogni giorno 
di sole scivolava pigramente in una serata fragrante, per poi
tornare con una nuova alba, limpida e rosa. Il profumo dei 
frutti che maturavano aleggiava nell'aria...Entro agosto, anche
le vigne avevano un aspetto più sontuoso, e una tavolozza di 
colori più profondi si arrampicava strisciando sulle colline...
i grappoli avevano cominciato a cambiare colore...
le uve pinot assumevano una tinta rosso scura, mentre la 
chardonnay tendeva a un giallo più pallido...
...La vendage era in pieno svolgimento...tutta la valle risuonava
di felicità per un raccolto...che di lì a poco avrebbe cominciato
la sua magica trasformazione...
Nel vigneto, i raccoglitori tagliavano abilmente i grappoli e li 
riponevano nei cesti a mano, che i portatori raccoglievano 
per poi svuotarli in ceste più grandi, in fondo ai filari. Quindi,
Clementine portava l'uva in cantina, sul vecchio trattore 
capriccioso, e osservava con occhio attento gli acini che 
venivano rovesciati nella pressa di legno.
   Ogni singola tappa, nel viaggio...era cruciale, ma forse
nessuna più di questa: la pigiatura dell'uva per ottenere il mout, 
il succo da cui sarebbe derivato il vino..."
Sarah-Kate Lynch - Fragole e champagne












dove mangiare
Locanda Fontezoppa
C.da San Domenico, 38
Civitanova Marche


libri
Un'ottima annata
Fragole e champagne
Vino (al) naturale
Il collezionista di Marsiglia
l romanzo del vino


ricette
Filone di mosto
Ciambelline al vino e semi di anice
Ciambelline alla vernaccia
tarallini al vino rosso e pepe

giovedì 4 settembre 2014

pane nostrum...a Senigallia


per scoprire tutti i segreti dell'arte bianca 
 Senigallia  
dal 18 al 21 settembre ospiterà
festival internazionale del pane



il mare, la rotonda, il fiume, i portici...localini, caffè letterari, librerie...
per le vie del centro il profumo del pane appena sfornato vi condurrà nel cuore dell'evento...
il tramonto...un aperitivo... la rocca...





.la piazza animata da maestri panificatori che con gesti antichi racconteranno le origini, le tante tradizioni, le molteplici tecniche...per conoscere e assaggiare tanti tipi di pane di varie regioni del nostro paese e non solo
.aule didattiche per corsi di panificazione, con un'attenzione particolare all'intolleranza al glutine per ricevere informazioni, imparare a fare pane senza glutine...
.laboratori del gusto
.gli chef proporranno il loro street food: la salumeria ittica di Cedroni con panini, piade e un tiramisù dedicato all'evento e Uliassi con la sua cucina ambulante stupirà con le sue creazioni...
.e poi...e poi....scopritelo voi!

pane di Matera 

Tombari
Il pane di casa
" La Ghita invece, per mezzogiorno aveva già sfornato il pane. Un odore, un sentore di buono,
di caldo...
Bastìa sentì l'odore da in mezzo la porca dei lupini, sorrise e benedisse in cuor suo la bontà
della terra.
Anche Drea lo sentì, lo sentì nientemeno dalla ferrovia, che il vento era maestrale.
Che odore di sano. C'è niente di più gradito dell'odor del pane?
S'io fossi medico i miei malati li porterei giù, tutti davanti al forno, a respirare l'aria del 
pane. E' robusto, è gaio, è schietto, è fecondo; sa di patria, di terra calda. Pan: il tutto!
Il figlio della Ghita, Menchino, quando seppe che era di casa sua, saltò tre volte sul prato come
un becco.
Corre a casa, accosta la scranna alla tavola, tira giù un po' d'erbe coi lardelli e agguanta una pagnotta.
"Prima" dice la mamma "aspettiamo il babbo".
Il babbo arrivò poco dopo.
"E' venuto bene?"
Lo guardò: rosso, croccante, ben lievitato..."








ricette 
pane con zafferano e pistacchi
pane di segale con fichi e formaggio
pane piatto armeno
pane al miele e uvetta
pane di segale 
pane dolce con uvetta e noci
pane cunzato
pane all'uvetta (irlandese)
panini dolci
panini al latte
panini ( per veggie burger)
pan co' santi


libri
Racconti di pane
Pane e acqua di rose
Il pane nudo
Pane e amianto
Il paese dei ghiottoni
Le Marche 




giovedì 10 luglio 2014

Castelluccio di Norcia, la fioritura e..."lenticchie in fiore"



music


tra Marche e Umbria
i Piani di Castelluccio





arrivando già si percepisce tutta la suggestione delle terre della sibilla
si arriva dall'alto e la vista è splendida...



la pianura di quota, a oltre 1300 metri di altezza, fondo di un antico lago
i monti, il paese...
...i fiori che, da giugno a fine luglio, creano un meraviglioso mosaico di colori:
papaveri, narcisi, genzianelle, violette, acetoselle...ogni anno mettono in scena il bellissimo spettacolo della fioritura danzando sulle note del vento...





a piedi o in bici, per i sentieri del Pian Grande, Pian Piccolo e Pian Perduto
o per le vie del paese, sembra di ammirare una mostra di quadri, artista unica e indiscussa la natura
e per gustare fino in fondo il luogo...ricotta 
fresca, appena fatta! oppure salata, preparata con lo stesso procedimento di quella fresca, viene poi avvolta in un canovaccio di tela, appesa per una giornata, poi salata, cosparsa di avena e messa a stagionare...
e se amate i dolci, crostata di ricotta e la deliziosa torta di paolo da visso: una sorta di crostata con confettura di frutti di bosco coperta da morbida meringa e lamelle di mandorle...
e non dimenticare di far scorta di lenticchie, roveja e soprattutto di non calpestare i fiori!




"lenticchie in fiore"
insalatina di lenticchie
con cipolla rossa, carote, cetriolo, sale nero, erbette aromatiche e fiori

lenticchia
sedano
cipolla rossa
cetriolo
carote
erbette aromatiche fresche ( timo, maggiorana, salvia, erba cipollina, rosmarino...)
fiori delle erbe aromatiche ed altri fiori edibili ( viola, nasturzio, tarassaco...)
olio extravergine di oliva
sale nero
pepe


Cuocere la lenticchia in tegame con abbondante, aggiungendo sedano e carota, verso fine cottura aggiungere il sale, quando sarà cotta scolare bene e tenere da parte

Tagliare molto sottilmente la cipolla e cuocere, in padella, con un filo di olio, regolare di sale.
Aggiungere la lenticchia e far andare sul fuoco alcuni minuti. Lasciar intiepidire, aggiungere cetriolo, carota, erbette aromatiche, olio, pepe, pochissimo sale e mescolare per far insaporire il tutto. Sistemare nel piatto di portata terminando con un filo di olio, fiori, sale nero e servire.




dove mangiare
Agriturismo il sentiero delle fate
Bar la campagnola


ricette
Zuppa di roveja
Torta di ceci e lenticchie
Crostata di ricotta

libro 
Il Signore degli Anelli
Lo Hobbit
....

film
Il signore degli anelli
...



mercoledì 2 luglio 2014

i cartelli dei miei viaggi


in ogni viaggio indicazioni, cartelli, segnali  ci indicano la via 
a volte ci rassicurano, che sì è quella la strada giusta
altre volte ci invitano a prendere nuove strade per intraprendere un viaggio nel viaggio
e quelle indicazioni, che non avevamo neppure immaginato, rimarranno per sempre nel cuore

"...Forse un vero viaggio
andrebbe fatto alla cieca. 
senza mappa.
Così d'istinto..." 
Paolo Rumiz
La leggenda dei monti naviganti



per non dimenticare

Pitigliano



per credere e sperare

Riserva Naturale Orientata dello Zingaro



per ricordare di non calpestare! e non solo i fiori...non calpestare la sensibilità, i diritti
i sogni, i valori...di chi incontriamo sulla strada, perché il viaggio è prima di tutto incontrare l'altro, dentro e fuori di noi
Castelluccio di Norcia


per Monica


lunedì 9 giugno 2014

frullato fragole/banana



metti un fine settimana di sole, un giorno da festeggiare
una città da riscoprire e tanti ricordi da far riaffiorare...
e il nostro danup platano y fresas :)




Frullato banana/fragole

fragole
banana
succo di limone
zucchero di canna
latte o yogurt

tagliare la frutta, aggiungere succo di limone
un paio di cucchiaini di zucchero di canna
frullare, aggiungere latte o yogurt, continuare
a frullare fino ad ottenere la consistenza desiderata
aggiungere ghiaccio e gustare