lunedì 8 febbraio 2016

Cenci di Carnevale farciti di crema alla vaniglia




 fritti o al forno purché ripieni di deliziosa crema alla vaniglia
la ricetta è semplicissima e con la cottura in forno ancora di più
e per stasera cenci e cicheti



cenci fritti
Cenci di carnevale ripieni di crema alla vaniglia
dal libro Toscana in cucina
300 gr farina 00
un pizzico di sale
2 uova
50 gr zucchero
scorza grattugiata di 1 arancia
scorza grattugiata di 1 limone
2 cucchiai di vin santo
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
8 gr lievito per dolci in polvere
olio di semi per friggere
crema pasticcera alla vaniglia
zucchero a velo vanigliato



 .In una ciotola setacciare farina e lievito, aggiungere lo zucchero, il pizzico di sale, le scorze di agrumi, il vin santo, l'olio e le uova. Mescolare tutti gli ingredienti e impastare per circa 10 minuti.
Formare una palla e lasciare riposare coperta per almeno mezz'ora.
 .Stendere la pasta con il mattarello sul piano di lavoro leggermente infarinato, ritagliare con un coppapasta di 8 cm di diametro, porre al centro la crema, Sigillare bene facendo pressione con le dita e finendo con i rebbi di una forchetta.
I ritagli di pasta possono esser utilizzati impastando di nuovo e ritagliando altri dischi di pasta o tagliando striscioline e dando forma di fiocco.
 .Friggere in abbondante olio  caldo finché non saranno dorati, adagiare su carta da cucina per assorbire l'olio.
Oppure cuocere in forno a 180° C. per circa 15-20 minuti.
 .Servire cosparsi di zucchero a velo.

cenci al forno



e per i cicheti cliccate qui












giovedì 24 dicembre 2015

mercoledì 23 settembre 2015

Torta "gelato" al caffè e cioccolato




se si ha voglia di un dolce cremoso, avvolgente, dal gustoso sapore di caffè e cioccolato....
...ma.... non si ha tanta voglia di star lì a seguire esecuzioni da alta pasticceria, questa "ricetta" potrebbe tornare utile....
serviranno: biscotti al cioccolato, caffè, gelato al caffè ...uno stampo.... e la torta è pronta!
volendo si potrà servire accompagnando con una salsa o liquore al cioccolato

ma andiamo per ordine


"..........mettila sul blog!!"
detto fatto
beh ad essere precisi il messaggio esordiva con "......ma tu ti sei superataaaaaaaaaaa...." ebbene sì!
mi sono superata! visto che la ricetta non è  mia e ancor meno l'esecuzione....l'unica cosa che ho fatto
è  la foto, tra l'altro pessima
senza il suddetto messaggio non so quando sarei  tornata qui con una qualche ricetta...quindi.....grazie Sara!
tornando alla torta, è semplicissima, si prepara in pochissimi minuti, avendo il "gelato" già
pronto sarà tutto ancora più semplice e veloce! per il gelato non gelato, che si prepara anche questo in pochissimi minuti e senza uova e senza gelatiera...insomma di quelle ricette che fatte una volta le fai continuamente....beh dicevo per il gelato non gelato è tutto merito della meravigliosa coraggiosa dolcissima splendida Sara....andate da lei e vi innamorerete....

 
 Torta "gelato" al caffè e cioccolato

occorrente
gelato al caffè  ( per la ricetta cliccare qui)
biscotti al cioccolato
caffè
salsa al cioccolato o liquore al caffè
chicchi di caffè ricoperti di cioccolato
stampo o anello per torte

esecuzione
rivestire uno stampo con pellicola
se si utilizzerà un anello per torte basterà sistemare i biscotti direttamente sul piatto da portata
Sbriciolare grossolanamente i biscotti e formare una base aggiungendo un po' di caffè
formare uno strato di gelato, togliere da stampo o sfilare l'anello e la torta è pronta
servire con salsa al cioccolato o liquore al caffè



liquore al caffè
non so dove ho preso la ricetta!
cacao amaro 80 gr
zucchero 250 gr
latte intero 1 litro
alcool 150 ml

Unire cacao e zucchero, molto lentamente unire un bicchiere di latte, amalgamare bene
pian piano incorporare tutto il latte.
Mettere sul fuoco per 20 minuti, senza far bollire, spegnere e far raffreddare.
Quando sarà freddo aggiungere l'alcool e conservare in frigo.






martedì 1 settembre 2015

leggendo





" La stazione di Roma Ostiense, martedì 26 giugno 2001, alle cinque e mezza del mattino. Ci sono ancora larghe tracce di notte nella luce che sta affiorando sui muri degli edifici, in mezzo ai binari, sopra i convogli in sosta. Ma è cosa scritta nell'aria: oggi sarà una bella giornata, con sole e poi ancora sole...."
Rosso taranta - Angelo Morino







giovedì 23 luglio 2015

caffè in ghiaccio con sciroppo di latte di mandorla.....in Salento




una "ricetta" semplicissima

un bicchiere di vetro
ghiaccio
sciroppo di latte di mandorla
un espresso

mettere il ghiaccio nel bicchiere, aggiungere lo sciroppo di mandorla ed infine l'espresso...niente zucchero! mescolare, ascoltare quel suono che evocherà momenti e....

....e sembrerà di essere in Salento....
l'azzurro del mare, la terra rossa, i verdi ulivi secolari che si stagliano nel sole e nel vento, il bianco delle case basse di piccoli paesini, lunghe spiagge, grotte, falesie e faraglioni che si alzano su acque cristalline, i muretti a secco, le masserie, il profumo di erbe aromatiche, le case a corte, il colore caldo della pietra leccese, le piazze con suono di tamburelli e il ritmo ancestrale della pizzica, il sapore della semola delle olive delle fave fritte, delle frise, delle pittule, dell'olio...lo scirocco, il caffè in ghiaccio, luminarie, cattedrali, torri, castelli, borghi e storie di santi e saraceni, canti antichi, chiese barocche, frantoi ipogei, stradine lastricate in pietra viva con sedie accanto agli usci e chiacchiere di comari.....scogliere a picco sul mare giù dove i due mari si incontrano..... la magica Messapia.....


Punta Ristola

    Casina dei Cari                                                                                                                              palazzo Sticchi a Santa Cesarea













 Lecce
con la sua pietra, il suo baracco che trionfa nella principale piazza e fa mostra di se in ogni angolo del centro, l'anfiteatro romano, chiese, corti pieni di fiori, balconi splendidamente decorati, antiche botteghe, piazzette, palazzi....atmosfere rese uniche dal colore della pietra leccese che appare ogni volta di un colore diverso al trascorrere delle ore.....nell'aria si respira storia, arte, cultura.....sarà impossibile non restare ammaliati dalla bella signora del barocco




Otranto
porta d'oriente
con la sua storia fatta di lontani mercanti, di invasori, di cavalieri crociati e di "loro"
il mare lambisce alte mura, per il dedalo di stradine, dall'aspetto orientaleggiante, si avrà l'impressione di udire echi lontani di cruente invasioni e nella cattedrale si poseranno passi su centinaia di piccole tessere....mosaico di rara bellezza....




Gallipoli
terra nel mare e mare nella terra
i pescatori anima di quest'isola
il mercato del pesce, in quello che un tempo era il fossato del castello,  ne è il cuore pulsante....
oltrepassando l'antico ponte seicentesco, nel centro storico, per un intricato dedalo di vicoli, si vedranno facciate di nobili residenze barocche alternarsi a cortili e abitazioni dallo stile più semplice e marinaro
ci si perderà per corti e piazzette, all'ombra di alti palazzi, per tornare poi a passeggiare sulle antiche possenti mura che cingono il vecchio borgo....




Santa Maria di Leuca



Ostuni
la bella, bianca Ostuni
scalinate, stradine, stretti passaggi, archi e balconcini
si staglia sulle ultime propaggini delle Murge ad incantare il viaggiatore



e Galatina, Castrignano, Calimera, Porto Selvaggio, Maglie, Speccia,  Zinzulusa......Salento una terra tutta da scoprire.....


itinerario
Lecce
Otranto
Santa Cesare Terme
Gallipoli
Punta Ristola
Capo Santa Maria di Leuca
Melpignano
Ostuni
Alberobello

dove mangiare
Il Fornaio - P.zza Sant'Oronzo - Lecce
RistoranteCaffè All'Ombra del Barocco di Liberrima - vicino chiesa S. Irene - Lecce
Casina dei Cari -  Strada Provinciale 193 - Presicce
Antica Salumeria - Via Cattedrale - Ostuni
....


ricette
Puccia con le olive
Fave e cicoria
Focaccia di cicorie

libri
Pellegrino di Puglia - Cesare Brandi
L'ora di tutti - Maria Corti
Otranto - Roberto Cotroneo
Wine sound system - donpasta.selecter
Food sound system - donpasta.selecter
La parmigiana e la rivoluzione - donpasta
Mistandivò - Livio Romano
Salento fuoco e fumo - Nandu Popu
Il castello di Otranto - Horace Walpole
Rosso taranta - Angelo Morino
Io che amo solo te - Luca Bianchini
La cena di Natale - Luca BIanchini
..........

film
Sangue vivo
Mine vaganti
Liberate i pesci
Nostra signora dei turchi
Pizzicata
Italian Sud Est
Allacciate le cinture
In grazia di dio
....

musica 
Sud Sound System
Negroamaro
I tamburellisti di Torrepaduli
Taranta Project - Ludovico Einaudi
....................
.........
                     
........
(La Notte della Taranta 2014)
.......
ballati tutti quanti!



martedì 30 giugno 2015

leggendo





"Dovrebbe essere così", - pensò adesso, "qualcosa di imprevedibile 
che giunge da fuori e ci riempie. Qualcosa che cambia il modo in cui 
vediamo ciò che vediamo. Qualcosa che ci permette di vedere ciò che 
non vediamo."  
Ballando a notte fonda - Andre Dubus