lunedì 4 ottobre 2010

Fira

Prima tappa della vacanza a Santorini

Firà detta anche Thira situata proprio sul margine della caldera


mi appare lontana e già sento che sarà suggestiva e bellissima

Numerose casette addossate le une sulle altre, molte delle quali costruite direttamente nella pietra pomice.
Firà fu costruita nel 1806. Un dedalo di anguste stradine e scalinate la cui larghezza fu calcolata in base alla spazio occupato da un mulo carico ( 2m. ). Per questo il centro abitato è una zona prevalentemente pedonale.

Arrivati all'hotel ci sistemiamo

Grazie Federica!
ci godiamo qualche ora di sole e di relax e poi si va a fare due passi per Firà senza meta, senza indicazioni, giusto un giretto tanto per capire da che parte siamo del paese, qual è la posizione del nostro hotel

svoltato il primo angolo 
mi incanto guardando il tipico bianco e blu delle abitazioni






Le strade sono piene di caffè e taverne

Negozi di souvenir in ogni angolo!







Un centro vivacissimo! le quattro lunghe strade principali, che corrono parallele alla parete della caldera, sono animate da centinaia di turisti, si respira un'atmosfera cosmopolita.

Dopo pochi  minuti di passeggiata, un bar ... ma guardando meglio, un panorama che ci lascia senza parole!!
 
 
 

Scendiamo verso Old Port 
 
 
 
ai nostri occhi appare un panorama da togliere il fiato!!
 
   
 
quasi impossibile distogliere lo sguardo da tanta bellezza! con grande sforzo di prosegue!
 
 
Il vento ci accompagna, spingendoci, durante la nostra passeggiata
in estate soffiano i Meltémi, venti asciutti e rinfrescanti, leggeri la mattina, forti la sera fino a sollevare la polvere di pomice e i vestiti :)

i ristorantini sono pronti per servire romantiche cena a picco sul mare


                                                                
                     


una stradina ci porta in alto

regalandoci una meravigliosa vista di Fira e della caldera














Stanchi e appagati torniamo verso l'hotel...pensando alle prossime passeggiate :)

Torniamo a scoprire Firà illuminata dal sole


Numerose sono le chiese.









Una sosta al Cafè Classico, in compagnia dell'immancabile vento, per una deliziosa insalata greca e per una meravigliosa vista







Ai piedi della cittadina si trova il vecchio porto

collegato al centro di Fira da una scala a serpentina  (di ben 587 gradini che si può percorrere a piedi o a dorso di mulo) e da una funivia


le imbarcazioni possono essere ormeggiate unicamente a boe galleggianti al largo, nell’impossibilità di ancorarsi alle pareti della caldera troppo profonde, quasi quanto le altezze terrestriperchè le pareti della caldera raggiungono profondità sottomarine analoghe alle altezze terrestri non consentendo quindi l'ancoraggio


Si torna per le vie di Fira per immergerci tra vicoli e negozietti

Al calar della sera Firà tra mille luci è avvolta da una magica atmosfera







dopo le nostre passeggiate 

un bellissimo locale
per un buon cocktail e ottima musica


Kira Thira
Jazz-club


il barista offre bicchierini di raki ( grappa bianca)

qlc sera dopo ci fa conoscere il rakomelo
in un pentolino versa: raki, acqua, 4 cucchiaini di miele, cannella, scalda il tutto fino all'ebolizzione, versa in appositi bicchierini e    si beve!  

il buio della notte e la magia della Grecia




11 commenti:

  1. Chiara che magnifico reportage!Sogno di ritornare in Grecia...chissà forse il prossimo anno, Santorini mi manca...Un abbraccio...

    RispondiElimina
  2. Bellissima, è nei nostri programmi per la prossima estate!

    Ho indetto una raccolta, partecipi? allora ti aspetto...;-)

    RispondiElimina
  3. I am so honored to follow your blog. This series today is just so beautiful and that is a good reason why you place the first image first. Just takes one's breath away !
    Wong

    RispondiElimina
  4. che meraviglia tesoro hai fatto un reportage degno di una rivista di viaggio...che incanto mamma mia!!baci imma

    RispondiElimina
  5. O mamma mia favolose anche queste foto!!! conferma sempre di più che trattasi di fantastico luogo da me visto per troppo poco!!!!! smack e buon lunedì! .-D

    RispondiElimina
  6. Che begli scatti...
    Complimenti!

    RispondiElimina
  7. amichetta che meraviglia!!!
    solo le foto mettono i brividi per la bellezza dell'isola.quel bianco incanta gli occhi e rilassa l'anima!!!
    la curiosità di andare a Santorni cresce sempre di più!
    voi siete bellissimi e innamoratissimi...e la borsa è fichissima;-)
    grazie tesoro

    RispondiElimina
  8. Pensavo l'Italia fosse il paese più bello del mondo. Adesso mi viene un dubbio :) Ciao!

    RispondiElimina
  9. Perfect harmony of colours.. I really love it!!!!!!

    RispondiElimina
  10. come sempre foto bellissime per un luogo bellissimo....sei davvero brava!!!!!un abbraccio katia

    RispondiElimina
  11. Aiuto cosa mi stavo perdendo in questi giorni senza il pc, non sai che nostalgia e quante emozioni rivedere la caldera, un reportage fantastico!!!

    RispondiElimina