martedì 3 aprile 2012

Favignana

il clima primaverile, il caldo, il sole mi fanno tornare in mente Favignana, luogo di rara bellezza!


una delle splendide scoperte fatte durante il viaggio in Sicilia

Favignana, non l'avrei mai immagina tanto bella!! bella da far male agli occhi! con i suoi colori, le sue forme, con le sue cave che rendono unico il paesaggio...tanto da poter dire di non aver mai visto niente di simile, tanto da ripetere continuamente: "...forse il cubismo esisteva già in natura..." da L'arte di annacarsi un viaggio in Sicilia di Roberto Alajmo


il libro che mi ha accompagnata nel viaggio in sicilia, indicandomi a volte dove volgere lo sguardo, altre volte cosa ascoltare...ogni sera leggevo il capitolo che mi avrebbe presentato sotto qualche aspetto la meta del giorno successivo e quando è stata la volta di Favignana: " forse il cubismo esisteva già in natura...Favignana...è esagerata per certi aspetti...il paesaggio in certe zone esplode in maniera quasi cubista, come se l'occhio di chi guarda avesse deciso di smettere di funzionare a dovere, ingrandendo ogni pixel a dismisura. Ne deriva l'impressione di una intermittenza picassiana che è tipica di quest'isola. E' l'effetto delle antichissime cave di tufo...in teoria le cave dovrebbero essere uno scempio paesaggistico. Ma...sono diventate a loro modo belle. Belle come sono spesso le cose belle in Sicilia, ossia belle e strane..."



dopo aver ammirato la bellezza dei siti archeologici di Segesta e Selinunte, dopo aver visto la bella Castellammare del Golfo, dopo aver passeggiato per Palermo, dopo il piccolo borgo di  Scopello e l'incontaminata Riserva dello Zingaro, dopo San Vito lo Capo, arriviamo a Trapani e proprio da qui partiamo alla volta di Favignana
pian piano lasciamo Trapani



per immergerci nell'area marina protetta delle Isole Egadi


 Levanzo

        Favignana

Marettimo...

nel mare trasparente a occidente di Trapani e Marsala emergono le Egadi, calcaree e arenacee, selvagge e incontaminate con spettacolari cale, baie e grotte che si affacciano su acque dai fondali trasparenti



una calda giornata di autunno nell'isola di Favignana
l'isola più grande dell'arcipelago, la più vicina alla costa, la meno selvaggia
l'isola della cave di tufo, delle tonnare, delle suggestive cale, del mare limpido cristallino dalle magiche sfumature...da far invidia ai mari caraibici!!
tra le zone più suggestive: San Giovanni con le squadrate piscine naturali, tra le più antiche cave di tufo dell'isola e Cala Rossa, tra mare e tufo



"...al primo impatto Favignana appare brulla e arida. In realtà offre una grande varietà di specie vegetali. Le pareti del Monte S. Caterina sono coperte da macchia mediterranea e, tra le rocce, è possibile trovare capperi, timo, ruta, diverse varietà di fiori e numerose specie di orchidee.
Numerosi edifici di rilevanza storica e architettonica come il villino Florio in stile liberty e la tonnara, uno dei più grandi complessi industriali d'Europa alla fine dell'800..."
info tratte da guida Touring club

 la tonnara e sullo sfondo il Monte S. Caterina e la fortezza 

all'arrivo siamo subito rapiti dai colori delle piccole barche, corde, cavi, pali...dal mare e i suoi abitanti...



decidiamo di visitare l'isola in bici! viste le sue dimensioni ( lunga 9 km e larga 4 km) la bici ci sembra il modo migliore per andare alla scoperta delle sue meraviglie


il paesaggio è molto vario: coste rocciose a picco sul mare si alternano a dolci insenature con sabbia finissima, spiagge, grotte, antiche cave di tufo ormai in disuso in cui sono stati creati meravigliosi giardini ipogei...un'isola dal fascino unico!


nel primo pomeriggio arriviamo al paese, per le vie ci siamo solo noi, ad accoglierci la luce quasi abbagliante che riflette sulle antiche pietre che coprono le strade, il profumo che arriva dai panifici del paese è irresistibile!
impazienti attendiamo l'apertura dei negozi che offrono tantissimi prodotti di tonnara















inganniamo l'attesa gustando un delizioso panino...accompagnato da una bella birra fresca, dopo 2-3 ore di bici lo meritiamo uno spuntino!



Panino con tonno, pomodoro e origano

Ingredienti
panini
tonno
pomodoro
origano

farcire il panino con tonno, pomodoro e origano
scaldare alcuni minuti
gustare subito

per assaporare un pò di Sicilia
il sapore e il profumo della terra con l'origano forte, quasi pungente come forte e pungente è la terra siciliana
e il sapore del mare con il tonno che porta con sè la storia e le tradizioni di un'isola indimenticabile

15 commenti:

  1. Sempre bellissima e magrissima tu *-*
    Che azzurro...e che fortuna poterla vedere e godersela senza la folla,bravi!

    RispondiElimina
  2. che colori! splendidi posti!!! grazie :-D

    RispondiElimina
  3. Che bei ricordi hai riportato a galla! E fuori stagione deve essere ancora più bella. Noi siamo stati ai primi di settembre, e quella piazza lì era abbastanza gremita. Sai cosa abbiamo pensato trovandoci davanti quel mare per la prima volta? che, a tratti, è più bello di quello della polinesia. Noi almeno abbiamo avuto questa percezione.
    Mio marito è innamorato di quell'isola, io purtroppo, non sapendo nuotare l'ho trovata un po'scomoda per l'accesso al mare, e per scendere mi sono pure scapicollata su uno scoglio e ne porto (fiera!) ancora la cicatrice sul ginocchio!
    ma a parte questi dettagli, è veramente un posto bellissimo. Ho trovato affascinanti oltremodo i giardini ipogei: così belli, ma anche strani e misteriosi. E di quelli conservo un ricordo molto bello.
    Grazie chiaretta, delle belle emozioni che hai rievocato.
    tanti bacetti!

    RispondiElimina
  4. Che posto pazzesco!!! c'è stata una mia amica lo scorso hanno ed ho visto tutto il suo reportage!!!! spero un giorno di poterci andareanche io! baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  5. mi sembra un posto lento, dove trascorrere ore infinite....
    si, secondo me il cubismo esisteva gia!

    RispondiElimina
  6. Sono stata 3 volte in Sicilia, ma mai a Favignana, è davvero meravigliosa! Che colori!! Mi hai fatto sognare *.*

    RispondiElimina
  7. che bella la sicilia, quella parte mi manca, ma presto riuscirò a convincere dany ad andarci per le vacanze!!!! ne vale proprio la pena. un bacione e un abbraccio Angela

    RispondiElimina
  8. Per tantissimi anni ho trascorso le mie vacanze estive a trapani(mio papà è nato lì), mi sono commossa vedendo queste foto soprattutto quella dove si vede Erice.

    RispondiElimina
  9. bei posti, non ci sono mai stata, Buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. Che belle foto *___* fanno davvero sognare...buona pasqua :)ti aspetto:)

    RispondiElimina
  11. A volte si viaggia in paesi lontani in cerca di paradisi; si percorrono decine di migliaia di chilometri per arrivare in destinazioni da sogno. Piu' esploro la nostra bella Italia, piu' mi rendo conto di quanti bei posti abbiamo qui dietro l'angolo ed il tuo articolo con le tue belle foto ne sono una testimonianza tangibile.

    RispondiElimina
  12. Chiaretta, meraviglioso luogo, meraviglioso reportage!!! E meravigliosa tu, bella fatina giramondo!
    Tanti tanti baci : )

    RispondiElimina
  13. vedere favignana filtrata dal tuo obiettivo, mi dà un'emozione, ma un'emozione... non è cheper caso haiin programma un giretto in agosto ? Andare a cala rossa insieme, a veder spuntare il sole sarebbe uno dei ricordi più belli che mi portei appresso e che racconterei ai futuri nipoti! :)

    RispondiElimina