mercoledì 17 marzo 2010

Pane all'uvetta della signora Boylan


Un libro che mi ha fatto continuare a sognare ( il sogno ha inizio con Caffè Babilonia ), portandomi in un luogo incantato
tra gli abitanti di una piccola cittadina irlandese e
tre sorelle arrivate da una terra lontana, il loro magico locale,
due mondi che si incontrano
vite che si intrecciano per conoscersi e amarsi

Pane e acqua di rose
di Marsha Mehran

Un libro, tante storie, tante emozioni, tante ricette:)


Dalla scatola delle ricette di Marjan
Ingredienti
4 tazze di farina
1 cucchiaino e 1/2 di bicarbonato
1 tazza di uva sultanina
2 cucchiai di semi di cumino tedesco
1 tazza e 1/2 di latte acido ( per inacidirlo aggiungete un cucchiaino di aceto)
1/3 di tazza di zucchero

Riscaldare il forno a 180°. In una ciotola capiente, mescolate la farina, il bicarbinato, l'uvetta, il cumino e lo zucchero. Mescolate con cura prima di unire il latte acido a filo. Lavorate fino a ottenere un impasto omogeneo.
   Date all'impasto la forma di una pagnotta rotonda, e sistematela su una teglia da forno unta.
Sulla superficie tracciate una x con la punta di un coltello. Cospargete di zucchero. Lasciate cuocere per 1 ora, o fino a quando la pagnotta non apparirà dorata. Testae la cottura pungolando la parte centrale conuno stuzzicadenti: se esce asciutto e pulito, il pane è pronto.
   Servite caldo o freddo con del burro, e accompagnate con gelatina d'acqua di rose e con il vostro Finnegan personale.


" Uscendo, prendete una pagnotta all'uvetta della signora Boylan."

un grazie di cuore a Federica che mi ha fatto scoprire questo magico mondo!!!!   

26 commenti:

  1. ma che bello!!
    non conoscevo questo libro.

    RispondiElimina
  2. nn conoscevo questo libro ma conosco bene la tua bravura e questo pane è un incanto,davvero buonissimo!!baci imma

    RispondiElimina
  3. Che voglia di leggerlo...mi hai trasmesso tanto entusiasmo tesò ^_^
    che meraviglioso pane...direi sprint vista l'assenza di lievito di birra...
    sto uscendoooooo ;-)
    baci gioia!

    RispondiElimina
  4. Wow..è super bello questo pane!!! davvero un sapore ricercato tra cumino, uvetta...e latte acido!! lo vogliamo provare pure noi! e magari andiamo anche alla ricerca del libro!
    un bacione e grazie del suggerimento

    RispondiElimina
  5. Ma che meraviglia Chiara!!!!
    il pane della signora Boylan...sei troppo forte, il profumo arriva fino a qui;-)
    e grazie per la dedica, mi colma sempre il cuore di gioia...ti bacio forte.

    RispondiElimina
  6. corrrrrrrrrrrrrrrrrroooo domani in libreria!!!!!! che meraviglia un libro che racconta di ricette :-) e questo pane ha un aspetto meravigliosoooooo! baci cara!
    Ely

    RispondiElimina
  7. @Alem
    Imma
    Gaia
    manuela e silvia
    Ely
    grazieeeee!!! sono strafelice che il pane vi sia piaciuto!!!!!!! inonda la casa di un meraviglioso profumo e il risultato è delizioso!!
    il libro è bellissimo, durante la storia le ricette appaiono descritte magicamente e si ritrovano alla fine dell libro con tutte le indicazioni
    ma vi consiglio di iniziare leggendo Caffè Babilonia, altro meraviglioso libro con altre bellissime ricette ( iraniane) che dà inizio alla coinvolgente storia che prosegue in Pane e acqua di rose

    @Federica, che bello!!!!! il magico profumo è arrivato fin lì:))) grazie a te ;)))
    ti abbraccio forte!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Che aspetto rustico e delizioso il tuo pane. Sicuramente è delizioso!

    RispondiElimina
  9. deve essere buonissimo!anche il libro mi sembra molto interessante!
    un bacino

    RispondiElimina
  10. L'aspetto è ottimo...molto rustico!!! sono ansiosa di provare il sapore...complimenti, un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  11. Una ricetta presa da un libro è di sicuro una buona!

    RispondiElimina
  12. L'aspetto è favolosa , dev'essere buonissima!

    RispondiElimina
  13. E'molto particolare Chiarè... ma sarà senz'altro buono!!! smack cara! :-)

    RispondiElimina
  14. ti è venuto uno splendore!!!!!!!!
    non conoscevo il libro... grazie

    RispondiElimina
  15. Complimenti per il pane...dev'essere bello il libro,non lo conosco nemmeno io!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. mi piace l'uvetta e anche a mio marito! ottima ricetta, grazie!

    RispondiElimina
  17. particolare...chissà che buono!

    RispondiElimina
  18. Grazie a te per averlo fatto scoprire a me!
    Baci

    RispondiElimina
  19. questo libro non l'ho letto ma dalla tua descrizione potrebbe diventare uno dei miei prossimi acquisti...il tuo pane ha un aspetto bellissimo...brava.ciao katia

    RispondiElimina
  20. ho preso nota del titolo del libro... sto' quasi terminando il mio della Reichs e per la torta devo dire che la trovo particolare, brava!!! a presto

    RispondiElimina
  21. Che buono il pane con l'uvetta, a fettine con un velo di marmellata home-made! Mi piace questa ricetta, semplice, pochi ingredienti, niente lievito e quindi anche veloce da fare ... Provero' e cerchero' anche il libro... Grazie - Maura

    RispondiElimina
  22. bello, dovrò comprare anche questo di libro, dato che il primo mi è proprio piaciuto. solo dovrei trovare il tempo per leggerlo e adesso farei un po fatica, la sera crollo letteralmente!!!!! un bacione e a prestissimo. angela

    RispondiElimina
  23. tesoro che bell'atmosfera...deve essere stupendo e quella pagnottina favolosaaaaaa....
    ti abbraccio forte forte...tvb

    RispondiElimina
  24. Bellissimo il libro e meraviglioso questo pane così invitante! Grazie della visita, un bacione

    RispondiElimina
  25. Mamma mia Chiara, è perfetto e ho scoperto anche un nuovo libro. Grazie a presto!!!!

    RispondiElimina
  26. Ho appena scoperto per caso il tuo blog e lo trovo bellissimo, passerò presto a trovarti.
    Volevo segnalarti della stessa serie "Caffè babilonia" sono certa che ti piacererà un sacco.

    RispondiElimina