sabato 17 ottobre 2009

Tra la terra e il cielo

Tra la terra e il cielo si stagliano alti, forti, secolari, con le loro fronde argentee gli olivi.

Il dolce caldo autunno in questi ultimi giorni ha lasciato il posto al freddo, alla pioggia, al vento.



Un improvviso freddo invernale ci ha sorpreso senza lasciarci il tempo di pensare a quale giacca tirar fuori dalla parte più alta dell'armadio, quale maglioncino abbinare al nuovo paio di scarpe, senza farci fare con calma il cambio dell'armadio per rivedere i caldi golfini, le gonne di velluto, le sciarpe di lana quasi dimenticate.

Di corsa, il primo golfino di lana lasciato fuori per emergenza ( nn si sa mai anche d'estate può far freddo) mi viene in soccorso e un pò più calda cerco di tirar giù le prime cose che potranno riscaldarmi ( nn me l'aspettavo proprio questo freddo dopo la calda domenica d'autunno!)
calde coperte son pronte per la sera quando, tirate fin sopra il mio naso, mi regaleranno un sonno caldo e sereno:)

Il sole fa capolino tra i grigi nuvoloni e pian piano ritorna il sereno.
Il cielo azzurro, l'aria tersa, la terra ancora bagnata dalla pioggia e gli olivi carichi di profumati frutti ci aspettano!
E' il tempo della raccolta.

Ci attende un fine settimana all’aria aperta, tra la terra e il cielo, in mezzo a vecchi ulivi e ai loro giovani frutti.

Presto fin quando regge il sereno!
Ci mettiamo al lavoro fino al tramonto.

La sera, il camino con il suo tepore e il suo rassicurante odore ci accoglie in casa avvolgendoci in una magica atmosfera.
Durante la notte un suono familiare, quel suono che fa venir voglia di rannicchiarsi al caldo sotto le coperte guardando un film, leggendo un libro, ascoltando quel dolce suono che la natura ci regala.

Questa mattina, freddo ed umidità ci danno il buongiorno ... che voglia di restarsene in casa al calduccio!
Ma le olive ci attendono
il cielo grigio, una sottile pioggerellina e noi ben imbacuccati sotto gli olivi
in lontananza si odono tuoni mentre nuvole minacciose, cupe e cariche di acqua, decidono di intorrempere la nostra raccolta facendoci scappare al riparo

nn ci perdiamo d'animo! è l'ora della merenda:)))

Per merenda?! Un buon ciambellone!!

Quel classico dolce che con la sua semplicità regala dolci colazioni, golose merende

La ricetta?! È una ricetta molto diffusa, la ricetta che le nostre nonne, le nostre zie, le nostre mamme seguono quando sono lì in cucina e le vedi aggiungere un ingrediente dopo l’altro senza seguire un manuale, una rivista, un fogliettino scritto a penna, senza seguire l’ago di una bilancia o altri misurini ma …
A occhio!!!
Questo è il mio

450 gr farina 00, 4 uova, 200 gr zucchero, un pizzico di sale, la buccia di un limone non trattato, 3 cucchiai di olio, 1 ½ bicchiere di latte, 1 bustina di lievito per dolci vanigliato, 5 cucchiaia di cacao amaro, mistrà ( un bel bicchierino o anche più, si può anche evitare ma questo liquore regala al dolce un sapore molto particolare)
Granella di zucchero


In una ciotola capiente, montare le uova con lo zucchero, aggiungere l’olio, il latte, la farina, la buccia del limone, il sale, il mistrà e il lievito.
Amalgamare bene fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo

Prendere lo stampo, oliarlo e poi infarinarlo.
Versare metà del composto nello stampo.

Aggiungere al restante composto il cacao e un pò di latte, amalgamare bene e versare nello stampo.

Cospargere la superficie con granella di zucchero.

Far cuocere in forno già caldo a 180° per circa 45’ controllare con uno stecchino verso fine cottura per regolarsi quando è il momento di sfornare.

Sfornare, dopo qualche minuto togliere il dolce dallo stampo, adagiare su di una griglia e far raffreddare.

Da piccolina nn resistevo e lo mangiavo caldo caldo con tanta nutella!

24 commenti:

  1. COn il freddo la voglia di calorie si fa più pressante e allora cosa meglio di questo bel ciambellone e... sì, proprio come facevi tu, cosparso di ottima nutella!

    RispondiElimina
  2. Che buono Chiara questo ciambellone!!!
    Quindi anche tu sei di raccolta!!!
    Ma quanto sono belli i lavori agricoli all'aria aperta?
    Non ti sembra rinascere ogni volta?
    E' vero che la stanchezza che si accumula è tanta ma è compensata dalla felicità che si prova.
    Sai che mi piace di più?
    Il sole battere sul viso freddo e affaticato e il momento pausa è sempre così genuino: panini rimediati con quello che si trova in casa oppure splendidi panini con la frittata che ti danno la giusta carica per ripartire!!!
    Ti ringrazio per le ricette della frolla.
    Ci riprovo e ti faccio sapere.

    Domani mattina è mio piacere averti ospite a colazione ;-)

    RispondiElimina
  3. delizioso questo ciambellone!
    mi hai fatto venire una voglia di una tisanina bollente con una bella fettina di questo tuo dolce profumoso!
    deve essere una bellissima esperienza quella della raccolta delle olive, certo, mi immagino che alla sera appena toccherete il letto crollerete stanchi distrutti, ma stare così a contatto con la natura è qualcosa di impareggiabile!
    un abbraccio, ci sentiamo presto...

    RispondiElimina
  4. anche io adoro il ciambellone caldo caldo....si..è venuto improvvisamente il freddo...ora dobbiamo aspettare un pò di mesi per riavere belle giornate calde...ma va sempre bene:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  5. Che belle foto!! Eh sì...il freddo ormai è arrivato! Ma con quel bel ciambellone ci si scalda volentieri!!

    RispondiElimina
  6. mitico il ciambellone caldo,specie di domenica,quando si ha piu'tempo per svegliarsi con calma ;)

    RispondiElimina
  7. Adoro il ciambellone... ricorda anche a me il calore di casa.
    Questo post è bellissimo: il "rito" della raccolta delle olive in campagna mi è molto caro, senza dimenticare il grande impegno che richiede e la stanchezza di fine giornata, mitigata solo dal calore della fiamma nel camino...
    ...Baci

    RispondiElimina
  8. che meraviglia...cosa c'è di più bello di un weekend in mezzo alla natura e quando stanchi dopo una giornata di lavoro ci si rintana in casa al calduccio con le persone care e ci si mangia qualcosa di buono insieme....questo magnifico ciambellone per esempio....un abbraccio a presto.ciao katia

    RispondiElimina
  9. Qui si gela, una tramontana terribile e puntualmente è arrivato il raffreddore grrrrrrrrrrrrrr
    Me la offri una fetta del tuo bel dolcino per tirarmi su??

    RispondiElimina
  10. ciao Chiara!! Ieri pomeriggio ho dovuto arrendermi e indossare il trapuntino per uscire....e meno male!!! Una arietta fresca e pungente è stato l'ingrediente della domenica pomeriggio!
    E la sera tisanina confortante e copertina calda e avvolgente!! Mancava solo il tuo ciambellone!
    Non ho avuto il tempo di risp alla tua mail...appena spedisco....ti avviso!
    un bacione

    RispondiElimina
  11. Mamma mia quant'è buono Chiarè..... bacioni e buon inizio settimana :-))))

    RispondiElimina
  12. Che ciambellone invitante!!!! con all'interno il cacao!!!!!
    Buonissimo!!!!!!

    RispondiElimina
  13. tremendamente fatato il tuo racconto e il tuo ciambellone è una delizia... anch'io ho una ricetta della mamma che devo riproporre con foto...
    ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  14. eh anche qui fa un bel freddino e anche qui gtra poco si comincia con le olive... però il ciambellone lo mangerei anche adesso :-P
    delizioso, bravissima!

    RispondiElimina
  15. Ciao!!!
    Ho lanciato il mio primo contest, se ti va di partecipare, vieni a dare una sbirciatina!!

    RispondiElimina
  16. ciao chiaretta, hai voglia di fare un meme? passa da me!!!!

    RispondiElimina
  17. che golosità, con la goccia di cacao al centro è una vera tentazione!

    RispondiElimina
  18. complimenri per il ciambellone so che non è facile raccogliere le olive

    RispondiElimina
  19. che ciambellone squisito!! complimenti!!

    RispondiElimina
  20. ciao Chiara,ogni volta che leggo i tuoi racconti mi trovo sognante...
    mi piace molto come scrivi!!
    il ciambellone poi è fantastico!!
    un bacione grosso e a presto

    RispondiElimina
  21. Anche da noi è giunto il tempo, sarà necessario cominciare a badare agli olivi!

    ma che golosona il ciambellone con la nutella!!io nel periodo pasquale lo adoro con l'uovo di cioccolato!

    baci baci baci

    RispondiElimina
  22. voglio ringrazirvi tantissimo e con tutto il cuore!!per le vostre visitem, i vostri commenti, mi regalate una grande gioia, senza di voi questo spazio nn avrebbe senso!!
    grazieeeeee

    RispondiElimina
  23. Chiaretta ero sicurissima di aver lasciato un commento, ma non lo vedo...:-(
    Anch'io raccoglievo le olive tanto tempo fa, poi causa allergia proprio all'ulivo, ho smesso, ma quest'anno dovrei andarci di nuovo!
    Sono così belle le tue foto ed il tuo racconto...molto affascinante tutto!!! :-D
    Ed anche il tuo ciambellone...mi ricorda i dolci che faceva mia mamma quando facevamo di ste cose...troppo buoni ed ancora più apprezzati dopo il lavoro! :-D
    Ti mando un'infinità di bacioni gioietta
    Ago :-D

    RispondiElimina
  24. credo che dopo avere visto questa ciambella corro al supermercato a comprare un pacco di girella!
    Mi è venuta subito alla mente!

    RispondiElimina