martedì 9 aprile 2013

Carciofi alla giudia - Scarciofuli a l'abrèa




" Compra 6 scarciofuli grossi. Lèv'je le brance
più dure e spiùmeli. In te'na terina, lavora
3 cucchiari de pa' gratugiato cun 2 spiguli
d'ajo trinciati fini fini, erbete trinciate, sale,
pepe e tuto l'ojo che ce vòle pr'impastà ben
bè 'sta roba. Fìca 'l ripieno in mez'a le brance
e intel còre d'i scarciofuli e, fianco a fianco,
pògeli in te 'na cazzaròla da la parte
del zzampo. Slonga cun 3 bichieri de vì bianco
e 1 bichiere d'acqua, còpre la cazzaròla e fàli
còce 'n'ureta a fògo lento.
Po' fa' finì a còce a cazzaròla scuperchiata,
cuscì i scarciofuli se pòle rusulà e culurì.

Acquista 6 grossi carciofi. Togli le foglie esterne
più dure e spiumali. In una terrina, lavora 3 cucchiai
di pangrattato con 2 spicchi di aglio finemente tritato,
prezzemolo, anch'esso tritato, sale, pepe ed olio
quanto basta per amalgamare bene il composto.
Inserire la farcia tra le foglie ed al centro dei carciofi
e poggiarli dalla parte del gambo, uno accanto all'altro
in un tegame. Diluite con 3 bicchieri di vino ed 1 d'acqua
coprire il tegame e far cuocere a fuoco moderato per
circa 1 ora. Terminare poi la cottura a tegame scoperto,
in modo che i carciofi possano rosolare ed acquistare
colore."
tratto da Marche in cucina


una ricetta semplice
protagonisti i carciofi
ad esaltare il loro sapore
erbe aromatiche appena raccolte


                                 Maggiorana
                                Prezzemolo                        Finocchio selvatico


Carciofi alla giudia 
alla mia maniera

carciofi, prezzemolo, finocchio selvatico, maggiorana

1 spicchio di aglio, vino bianco secco, acqua

sale, pepe, olio, limone


Preparare i carciofi, togliendo le foglie esterne
e tagliandolo le estremità ( tenere da parte i
gambi, cuoceremo anche qst!)
Schiacciare leggermente i carciofi, passarli nel
limone e poi metterli in acqua e limone.
Tritare le erbe aromatiche.
Scolare i carciofi e inserire il condimento (erbette,
sale e pepe) nella parte centrale e tra le foglie.
salare leggermente il fondo del carciofo.
Sistemare i gambi e i carciofi in una pentola
poggiando i carciofi dalla parte del gambo,
uno accanto all'altro. Aggiungere vino, acqua e lo
spicchio di aglio i carciofi dovranno quasi essere
coperti dal liquido e far cuocere coperte per circa
1 ora. Terminare la cottura senza coperchio per far
rosolare.


Libri
Risorse e Cibo dalla Terra delle Armonie
Erbe buone per la salute
Rugni, speragne e crispigne
Marche in Tavola
Afrodite
Il campo di carciofi

Film
Cresceranno i carciofi a Mimongo
Genuino Clandestino

13 commenti:

  1. Mmmmhhhhhha me i carciofi piacciono tantissimo!

    RispondiElimina
  2. sono buonissimi, un contorno tipico a Roma, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando vado a Roma li mangio sempre!!

      Elimina
  3. una ricetta semplice ma davvero buonissima..adoro i carciofi!!

    RispondiElimina
  4. Che buoni che sono!!!!....che voglia mi hai venire!

    RispondiElimina
  5. ... ne ho qualcuno in frigo che aspetta di essere cucinato, così mi hai dato un'ottima idea. A proposito di libri di ricette avrai senz'altro "Ricette, racconti e ricordi" della tua conterranea, Manuela di Chiara. Un bacio e buona giornata : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si Stefania ;)
      bellissimi i suoi libri!!! le foto, le ricette davvero belli
      bacio!!

      Elimina
  6. Buonissimi i tuoi carciofi , Chiara :), cucinati così mi piacciono molto ! Bellissima anche la tua presentazione !
    Un saluto e buona giornata !

    RispondiElimina
  7. io li adoro in tutti i modi ma questo è quello per gustarli al meglio !! Bacio Chiara!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche io li adoro in tutti i modi!!! mi piacciono tantissimo!
      qst ricetta mi piace perchè nella sua semplicità regala tutto il sapore dei carciofi
      baciii!!!

      Elimina